Pubblicato in: compagnie, diario, residenze

#EQUIPAGGIO Un diario di bordo con il vocabolario di Joseph Conrad – 2/6

Martedì 19 marzo – meno quattro giorni a sabato 23

Ogni viaggio che si rispetti comincia con un appello. Il secondo pronuncia i nomi con voce ferma, in tono grave, adatto a chi va verso l’inquieta solitudine, verso la lotta oscura, senza gloria.

John Constable - The Coast at Brighton - Stormy Evening
John Constable – The Coast at Brighton – Stormy Evening

Gli uomini rispondono: chi con serrati borbottii, chi con voci che suonano chiare, e alcuni, come se fossero colpiti nella loro dignità, usano il tono di chi si sente offeso. Perché la disciplina non è certo cerimoniosa sulla navi mercantili, dove tutti si sentono uguali davanti all’indifferente immensità del mare e all’esigente appello della fatica.

Il capitano grugnì tre volte, ferocemente. Aveva quella abitudine di grugnire tra parola e parola, e al termine di ogni frase. Stava sulla porta, il volto rivolto alla luce, la schiena nel buio… Gli uomini che potevano capire il suo silenzio erano morti.

Come si può chiamare una nave di fine ‘800?
Quale nome preferite fra White Star e Golden State?

Francesco_Rossetti
Il Capitano…stava sulla porta, il volto rivolto alla luce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...